Alluce valgo, come curarlo senza dolore e cicatrici”: questo il tema approfondito durante la trasmissione televisva “Rubrica Salute” in onda su Rete 55 con la dottoressa Myriam Cecchi, specialista Myriam Cecchi del Centro di Chirurgia del Piede di Humanitas Mater Domini a Rete 55 parla dell'alluce valgoin Centro di Chirurgia del Piede di Humanitas Mater Domini.

 

Un’anticipazione…

Cosa cambia rispetto al passato nella chirurgia dell’alluce valgo?

La correzione percutanea consente di sostituire sempre più spesso le tecniche tradizionali, che prevedono una lunga e dolorosa riabilitazione. Stop dunque alle incisioni cutanee, alla fissazione delle correzioni tramite viti, fili di Kirschner e all’immobilizzazione prolungata.
“Si praticano solo tre piccole incisioni della cute di 2-3 millimetri e, avvalendosi di piccole frese simili a quelle utilizzate in odontoiatria, si esegue il modellamento e la sezione (taglio) delle ossa, in modo molto meno invasivo rispetto all’intervento tradizionale”, spiega la dottoressa Myriam Cecchi.
Un’altra novità importante è rappresentata dall’assenza di mezzi di sintesi (viti o fili), che consente alle fratture di guarire secondo la “necessità” del piede, che potrà tornare a camminare immediatamente dopo l’intervento e sarà libero da medicazioni già dopo una decina di giorni.

 

Guarda la puntata: http://webtv.rete55news.tv/video/100066454

Fonte: http://www.materdomini.it/pazienti/info/neuroscienze/news/4588-a-rete-55-si-parla-di-alluce-valgo-con-la-dr-ssa-cecchi