Crampo dello scrivano

È una sindrome compressiva del nervo mediano a livello dell’avambraccio ove questo nervo scorre adagiato sul muscolo flessore profondo delle dita ricoperto dal flessore superficiale delle dita.Tale compressione è provocata dalla presenza di lacinie fibrosclerotiche trasversali situate sul muscolo flessore profondo che attraversano a ponte il nervo mediano.La sintomatologia accusata dai pazienti viene riferita come una crescente difficoltà alla scrittura manuale e ad altre attività che comportano l’utilizzo delle dita in ripetuti, continui, piccoli movimenti. L’esame della scrittura evidenzia una progressiva perdita di velocità e della precisione dei caratteri che da grandi diventano sempre più piccoli e allungati con una perdita dell’allineamento delle parole, compare una contrattura dei muscoli dell’avambraccio e della mano ed il paziente cerca di compensare con l’articolazione del gomito e della spalla il deficit di motilità ingravescente del polso e delle dita.Possono essere presenti anche disturbi sensitivi. In tutti i casi la sintomatologia è legata esclusivamente all’esecuzione della scrittura manuale o di attività similari, regredendo completamente a riposo.Nei casi più lievi, il trattamento è farmacologico con antinfiammatori e miorilassanti, e fisico (calore e massaggio). Nelle forme invece deficitarie o paralitiche, l’unica terapia è quella chirurgica e consiste nella neurolisi del mediano con ablazione delle lacinie fibrose. La scomparsa delle crisi crampiformi è immediata dopo l’intervento mentre il recupero della normale ortografia può necessitare di un periodo che va dai 3 agli 8 mesi.

Schema anatomico
Compressione all’arcata del flessore superficiale
Il nervo mediano viene liberato sotto il flessore superficiale

.