COMPRESSIONE DEL NERVO ULNARE AL POLSO (SINDROME DEL CANALE DI GUYON)

A livello del polso e del palmo della mano, il nervo ulnare è situato internamente e superficialmente al tunnel carpale ove scorre il nervo mediano. Separato da quest’ultimo per mezzo di una parete fibrosa, decorre in una “loggia” denominata canale di Guyon, all’ingresso e all’uscita della quale si trova impegnato in due anelli osteofibrosi costituiti da legamenti e inserzioni muscolari tesi fra l’osso pisiforme e l’osso ”uncinato”.Poichè il nervo ulnare, prima di uscire dal canale di Guyon, si divide nei suoi rami terminali, uno motore profondo e l’altro sensitivo superficiale (che, abbandona il tronco comune senza quindi impegnarsi nel secondo anello fibroso), il livello della compressione determinerà una sintomatologia molto differente. Il quadro clinico potrà essere quindi caratterizzato da deficit globale sensitivo e motorio, o da deficit muscolare puro.I disturbi sensitivi sono costituiti da parestesie e diminuzione di sensibilità sull’anulare e sul mignolo, quelli motori da perdita di forza e di agilità nei movimenti fini delle dita, atrofia della muscolatura ipotenare, e degli interossei con atteggiamento a griffe delle ultime due dita e difficoltà ad allargare e avvicinare le dita estese. Il trattamento è chirurgico e va eseguito precocemente prima dell’instaurarsi di lesioni irreversibili e consiste nella sezione delle arcate legamentose fibrose che determinano la compressione del nervo. Il post-operatorio non richiede cure particolari ma è preferibile il mantenimento di una immobilizzazione con doccia gessata del polso per 10 giorni, mentre il recupero della sensibilità e della forza può richiedere qualche mese.

Quadro clinico con ipotrofia 1°

spazio interosseo e attegiamento

in semiflessione del 5° dito

Dopo spostamento del nervo,si evidenza cisti articolare sierosa responsabile della compressione
Apertura del canale di Guyon ed esposizione del nervo ulnare
Risultato post-operatorio con recupero del tropismo muscolare

.